Veliko Tarnovo

Veliko Tarnovo

Spesso denominata "Città delle zar", Veliko Tarnovo è conosciuta come la capitale storica del secondo impero bulgaro. Situata a circa metà strada tra Sofia e Varna, Veliko Tarnovo può ancora oggi legittimamente rivendicare il titolo di più ricca città della Bulgaria in termini di monumenti storici: chiese secolari, abitazioni antiche e una fortezza medievale (Tsarevets) a dominare la città. La sua particolarità architettonica la rende meta di molti turisti.  Mercanti e viaggiatori di un tempo usavano confrontare la bellezza di Veliko Tarnovo con la grande Costantinopoli. Fonti storiche risalenti al XIII secolo testimoniano il ritrovamento di insediamenti originari al periodo dei Traci, e questo denota l'antichità del posto. In epoca romana divenne la località più fortificata della regione e tale rimase per oltre cinque secoli.

La parte vecchia della città si erge su tre colline, prendendo quasi la forma di un anfiteatro: Tsarevets, Trapezitsa e Sveta Gora, tra cui si snoda lo Yantra, il fiume. Una quarta collina, Momina Krepost, si affianca anch'essa nella parte laterale del vecchio borgo. In città si possono vedere i palazzi del Patriarcato e dei sovrani bulgari, come anche costruzioni abitative ed amministrative. Il tutto è circondato da mura. Le chiese sono oltretutto numerose, perché nell'età medievale la città era un importante centro ecclesiastico, così come un centro culturale tra i più importanti del regno. Non ultime, le guide turistiche più rinomate oggi in circolazione (tra tutte la Lonely Planet), hanno individuato la città di Veliko Tarnovo tra i 10 luoghi da visitare nel est Europa.