Konya

KONYA

Si tratta del sito più importante della Turchia: ubicato nell’Anatolia centrale, in strategica posizione nella piana stepposa che porta il suo nome, capitale della provincia omonima, Konya è nota fin dall’età del rame. Tuttavia deve il suo nome e lo status di città vera e propria all’epoca frigia, quando fu ribattezzata Koneum, in riferimento alla leggenda che vorrebbe la testa della Medusa appesa da Perseo ad una colonna, come fosse un’icona.

Città romana e bizantina, si trovava sulla via di collegamento tra Costantinopoli ed Antiochia, motivo per cui fu molto contesa. Lungo la via di Mevlana Caddesi si susseguono gli edifici più rappresentativi della città. Questa strada si diparte dalla Collina di Aladino e arriva fino alla Hukumet Meydani (piazza del governo). Sulla Alaeddin Topesi, ex cittadella di Konya e oggi parco pubblico, si possono ammirare i resti dell’Alaeddin Camii, moschea restaurata con interessanti capitelli romani e bizantini. Anche questa è una città sede di importanti scavi archeologici.

A circa 100 km a nord est di Konya si estende il secondo lago della Turchia, il lago di Tuz, un bacino di 1500 kmq al centro dell’altopiano stepposo dell’Anatolia centrale, che si prosciuga quasi completamente durante la calura estiva. A meno di 80 km si estende il tipico lago di formazione carsica, l’Obruk; l’acqua dolce viene raccolta ed utilizzata nel sistema di irrigazione e per l’alimentazione.