Antalya

ANTALYA

Nota con il toponimo di Adalia (dal greco Attila), la città è capoluogo dell’omonima provincia. Gode di una splendida posizione su una ripida scogliera alta 23 metri, all’interno del golfo che prende il suo nome. È circondata dai rilievi del Tauro, con tratti sabbiosi molto estesi lungo un litorale tutto balneabile e, per tali motivi, è divenuta sin dagli anni Sessanta una delle mete turistiche più esclusive della costa turca.

Abitata dagli Ittiti e poi governata dai Persiani, l’intera zona fu conquistata dai Greci durante il periodo ellenistico; ad Attalo II, re di Pergamo, si deve il conferimento di status ufficiale di città al nucleo urbano, che fu chiamato Attalia in suo onore.

Dopo una breve dominazione romana, fu conquistata dai bizantini, sotto il cui controllo la città visse un periodo assai prolifico. Venne in seguito attaccata dai Saraceni e dai Selgiuchidi.

A guardia del vecchio porto romano (oggi attivo porto turistico) si eleva la cittadella, che si estende ad arco lungo la costa. Ai suoi piedi giace la parte vecchia di Antalya, nota anche come Kaleici, un dedalo di vie e stretti vicoli con tipiche case ottomane. L’ingresso al quartiere avviene dalla Porta di Adriano, voluta dallo stesso imperatore. Oggi la struttura è sede della Guzel Sanatlar Galerisi (Galleria delle Belle Arti) che ospita periodicamente mostre di arte moderna e contemporanea. In più parecchi minareti rimaneggiati decorati con maioliche policrome ed iscrizioni islamiche.

L’Antalya Muzesi, uno dei più importanti del paese, un tempo ubicato nella moschea annessa al minareto scanalato. La maggior parte dei reperti e delle opere ospitate provengono dagli scavi effettuati nell’area di Perge. Si tratta di oggetti di uso quotidiano, cimeli, monili, urne funerarie, ecc.. segue la “Sala degli Dei”, con numerose statue raffiguranti divinità greco-romane perfettamente integre, una raccolta di sarcofagi istoriati con bellissimi mosaici ed una sezione dedicata alla numismatica antica, che comprende il cosiddetto Tesoro di Probo.

Il litorale è ideale per nuotare, prendere il sole e praticare sport acquatici. Una serie ininterrotta di spiagge bellissime corre lungo la costa per 2000 km, oggi nota con il nome generico di Riviera Turca. As est di Antalya merita una sosta la spiaggia più famosa, quella di Lara Plaji, attrezzata con eccellenti strutture ricettive. Si possono visitare diverse attrazioni naturalistiche: una decina di km più a nord si incontrano infatti le Yukari Duden Selalesi (cascate dell’alto Duden) con parco e giardini da tè.