Ankara

ANKARA 

Si trova nell’Anatolia centro occidentale, quella parte di Turchia che si estende dalla costa occidentale al cuore dell’Anatolia, presenta caratteristiche diverse dal resto del paese, dovute anche all’assenza di uno sbocco al mare. È qui che si sviluppò la cultura ittita e dove sono stati trovati insediamenti umani risalenti all’8000 a.C. Una delle poche attività cui sono dediti gli abitanti dell’Anatolia è la pastorizia, la lana qui è infatti tra le più pregiate. Il paesaggio è intervallato qua e là da massicci e vulcani, per finire poi nella regione dei grandi laghi, fertili piane alluvionali, le strane formazioni calcaree attorno a Pamukkale richiama un suggestivo paesaggio lunare.

La fondazione della città di Ankara risale all’età del Bronzo, dopo il 395 la città faceva parte dell’ Impero Romano d’Oriente, e divenne un importante insediamento bizantino. Nel 620 fu conquistata dai Persiani. Dopo la presa da parte del sultano selgiuchide Alp Arslan iniziò un lungo periodo di dominazione dei Selgiuchidi e degli Ottomani che durerà fino agli inizi del XX secolo.

Nel 1402 Tamerlanon sconfisse gli Ottomani nella battaglia di Ankara ed entrò nella città. Nel 1607, la città fu teatro della rivolta guidata dal capo banditi Kalender, nativo della città.

Dopo la sconfitta ottomana nella guerra nel novembre 1918 e il Congresso Nazionale di Sivas del giugno 1919, divenne la capitale del governo rivoluzionario e la residenza di Mustafa Kemal Atatürk. La Grande Assemblea Nazionale ha dichiarato Ankara capitale dello stato il 23 ottobre 1923. Dopo la fondazione della Repubblica di Turchia, Ankara era una piccola città che aveva appena 15.000 abitanti.

Geografia

Anticamente conosciuta con il nome di Angora, Ankara è la capitale della Turchia. Con una popolazione di 4.400.000 abitanti, è la seconda città turca dopo Istanbul. La città si estende sull’altopiano anatolico, situata al centro del paese funge da crocevia per la rete autostradale e ferroviaria nazionali. È un importante centro commerciale e industriale soprattutto per quanto riguarda il settore agricolo. È uno dei luoghi più aridi della Turchia, circondata da steppe e a causa del clima continentale ha inverni freddi e nevosi, e le estati sono calde e secche.

La città nel passato divenne famosa per la lana delle capre d’Angora a pelo lungo allevate nella regione che producono la lana mohair, per il gatto d’Angora e il coniglio d’Angora famoso per il suo soffice pelo da cui si trae l’ omonima fibra per la produzione di pere, miele e del locale Moscato.

Il centro storico della città è situato su una collina rocciosa, e sebbene sia una zona molto arida, Ankara è una città piuttosto verde se si considerano l’ ammontare di aree adibite a parchi pubblici. È sede del parlamento turco, del governo e delle rappresentanze diplomatiche estere.

 

Punti d’interesse

A nord, il quartiere di Ulus, gravita attorno alla Ulus Meydani (piazza), costituisce la parte vecchia della città ed è quella attorno cui si trovano le maggiori attrazioni, tra cui:

·         Museo della civiltà anatolica: ubicato in un ex mercato cinquecentesco dove si commerciava la lana d’angora. È uno dei più importanti musei di Europa, uno dei migliori della Turchia con una ricchissima collezione di reperti del paleolitico fino al mondo classico. È diviso in sezioni: sezione paleolitica, neolitica, calcolitico, assiro, ittita, frigio, urartei, classicismo.

Vicino al museo si trovano:

·         Ahi Elvan Camii: esempio caratteristico di moschea a selva per il fatto che vi sono 12 colonne lignee a sorreggere il soffitto, anch’esso ligneo.

·         Resti del tempio di Augusto e Roma

·         Rovine delle terme romane

·         Cumhuriyet Muzesi (Museo della Repubblica)

·         Museo etnografico: con una ricca esposizione di oggetti in legno, ceramiche, tessuti, ecc..

·         Anit Kabir (Mausoleo di Ataturk): complesso caratterizzato da quattro parti, ospita una grande collezione di cimeli e armamentario di Ataturk.

Torre di Atakule: la più alta struttura della città, con un centro commerciale posto sotto la torre. Nei pressi della torre si trova un simpatico giardino botanico