Umag

UMAG

L’azzurro del mare, il bianco della roccia ed il verde dell’entroterra sono i colori dell’Istria, la più grande penisola croata. Nell’acqua cristallina del mare si specchiano boschi, pinete, e cittadine rialzate, in uno scenario onirico che rende la vostra vacanza una favola. Questa penisola a forma di cuore è un giardino segreto ricco di rare bellezze che apre le sue porte al caldo Mediterraneo, è una piccola terra dai mille volti che da un lato, con le sue coste pulite, il mare cristallino e le allegre barche di pescatori richiama il fascino del Mediterraneo, dall’altro con i suoi borghi medievali nelle colline del’entroterra istriano ricorda i bellissimi panorami della Toscana e della Provenza. Umago è un esempio lampante di questa atmosfera, è la prima località che si incontra entrando in Istria da nord. È una cittadina che con i suoi 45 km di costa e l’interessante entroterra, sintetizza la particolarità di tutta la regione.

Questa cittadina ha una storia particolare: la scoprirono i nobili romani e ne fecero la loro residenza estiva. Splendore, lusso e glamour di quel tempo si fondono armoniosamente nelle storiche case veneziane del nucleo centrale della cittadina. Nel collinoso interno si trovano autentiche cittadine fortificate, dall’intatta architettura del passato. Sono presenti molti agriturismi che propongono specialità autoctone e un’amichevole ospitalità.

Questa città dalle ampie vedute culturali è abbellita da varie gallerie, le viuzze del centro storico celano le tracce dell’architettura gotica e rinascimentale, mentre il museo si trova in una torre rinascimentale. Ttuto ciò costituisce solo una parte della ricca offerta artistica di Umago costituita da concerti e festival, rappresentazioni teatrali, mostre e tutta una serie di eventi culturali.

I fari, mistici e maestosi, isolati su rocce come se fossero dei giganti dimenticati, sono da sempre oggetto di fascino. Molti di essi sono legati a storie e miti che li rendono ancora più misteriosi. Alcuni, come quello alessandrino sull’isola di Faros, sono diventati leggendari, grazie a quella luce che sfonda il buio e rappresenta un simbolo di speranza, un tempo per i marinai, oggi per tutti coloro che vogliono scappare dalla quotidianità. Il faro di Salvore è il più antico faro attivo dell’Adriatico, le storie locali legano il faro alla triste storia del conte austriaco Metternich che ad un ballo viennese si innamorò di una bellissima dama croata per la quale fece costruire il faro con la casetta. Sfortunatamente la donna tanto amata morì di una grave malattia senza aver mai visto il faro che era il pegno del loro amore. Il disperato conte decise di non visitare mai più il faro, nonostante ancora oggi qualcuno afferma di sentire i passi dell’amante disperato che cerca la sua amata.

Il centro di Umago vanta un’importante luogo di interesse, la Galleria d’arte Marin. Situata all’interno delle vecchie mura e incastonata tra le palazzine circostanti, presenta una pericolare attenzione alla produzione artistica contemporanea.