Isola di Krk

ISOLA DI KRK

Chiamata nell’antichità “isola d’oro” per il suo clima mite, la vegetazione rigogliosa e la sua favorevole posizione geografica nel cuore del golfo del Quarnero, l’Isola di Krk (in italiano Veglia), è la maggiore isola dell’Adriatico. La cultura qui, è di casa, culla del glagolitico (antica scrittura croata), vanta molti monumenti, musei, edifici sacri, complessi medievali, la Lapide di Bescanuova ritrovata a Jurandvor, il convento francescano sull’isolotto di Koslijun. Grazie al ponte di Krk, che la collega alla terraferma, quest’isola è facilmente raggiungibile ed è la meta ideale per i turisti in fuga dalla calca, dalla frenesia e dallo stress delle grandi città. L’isola offre una moltitudine di insenature solitarie adatte alla balneazione. Quest’isola è adatta anche per entrare in contatto con il patrimonio storico-culturale nazionale.

Quest’isola viene menzionata già da Omero nell’Odissea, con il nome Koureto, che gli studiosi legano proprio all’isola di Veglia. La città è dominata dal magnifico complesso della cattedrale. Quest’ultimo e il castello della famiglia Frankopan sono i simboli più celebri della città.