Tessaglia

E’ la regione geografica che occupa la parte centrale della Grecia continentale. E’ circondata da alti complessi montuosi che racchiudono una bassa pianura.Confina a nord con la Macedonia, a sud con la Grecia centrale (Stereà) e a ovest con I' Epiro, mentre a est è bagnata dal mar Egeo.La Tessaglia comprende la maggior parte delle estensioni montane di qualsiasi altra regione geografica della Grecia.Il clima è di continentale, con inverni freddi ed estati calde, con grandi variazioni di temperatura tra estate e inverno.

 

Una delle caratteristiche dei clima della pianura tessalica sono le frequenti tempeste estive, e le numerose precipitazioni danno vita alla fertile pianura della Tessaglia.L'intera pianura è circondata dai monti dei Pìndo, del Pelio, dell'Othris, dell'Ossa e dell'Agrafa, tra i quali scorre il fiume Pinios che sfocia nell'Egeo, dopo essere passato da Tempe, in Tessaglia. Qui in Tessaglia, secondo la tradizione, si trova la dimora degli dei. Questa è la terra dei Centauri.

 

Qui in questo paesaggio tra i boschi, le gole e i paesi pittoreschi, spuntano le Meteore. Per più di 600 anni 24 monasteri bizantini si trovano costruiti sulle grigie rupi scoscese, sfidando e nel contempo invitando pellegrini e visitatori da tutta la Grecia in questo centro della cristianità.Capoluogo della Tessaglia è Larissa, con vecchie case signorili e cortili e giardini fioriti in mezzo alla pianura tessalica.

 

Tra splendide montagne e paesi tradizionali, sorgenti termali, belle chiese e antichità.La città di Karditsa, capoluogo del nomos omonimo, è costruita sulle rive di un affluente del Pinios. Una città moderna, con un ottimo tracciato stradale, ed insieme una città particolarmente pittoresca con i paesini tradizionali sparsi sulle montagne dell'Agrafa. Sorgenti termali a Smokovo e a Kaitsa, nonché molte antichità e monumenti bizantini.

 

L' odierna Trikala, costruita sul sito dell’omerica Trikkis, é attraversata dal fiume Litheo. Qui si trovano le rovine del più antico tempio di Asclepio. E lì dove il Pinios,(lascia le montagne del Pindo, ai piedi delle Meteore, è situata la cittadina di Kalambaka, famosa per le sue chiese bizantine. Più oltre. il golfo Pagassitikos abbraccia il Pelio, la mitica patria dei Centauri. Imponente e verdeggiante, impervio e pittoresco, selvaggio e accessibile; con le cime sommerse dai faggi, e le acque che scorrono sui pendii; con i paesi radicati tra i castagni e gli ulivi. Makrinitsa, Portarià, Milies, Vizitsa, Tragarada, Zagori.

 

Case signorili costruite in pietra dai muri decorati, e i tetti di lastre di pietra grigioverde. Coste con bei centri di villeggiatura.Nel seno del golfo Pagassitikos. troviamo Volos, capoluogo dei nomos e centro commerciale con dintorni verdeggianti punteggiati di ricordi antichi: Iolkos (da dove partirono Giasone e gli Argonauti) e Dimitrias. A ovest gli abitati neolitici di Sesklos e di Diminios. Splendide, coste azzurrissime e delizie locali completano l'immagine della regione.