Isole Ionie

A ovest dell'Epiro, della Grecia Centrale (Sterea) e del Peloponneso, sette isole costituiscono la regione insulare dello Ionio.La più famosa è l’isola di Corfù, un'isola ricca di verde, una mescolanza di civiltà numerose e diverse che si sono avvicendate sulla sua terra. La città incanta e colpisce il visitatore con le sue due fortezze, le strette stradine ("kantounia"), le alte case, i portici, l’edificio veneziano dei Municipio, la chiesa del patrono Aghios Spiridon, i cortiiii fioriti e i balconi dalle artistiche cancellate. Ricca di bellezze, Corfù è un piccolo paradiso terrestre.

 

Da Paleokastritsa fino a Kanoni, dall'Achilieion fino a Pontikonissi, e alle coste settentrionali troviamo limpide acque cristalline, baie pittoresche, piante e una vegetazione che "affonda" nel mare dall'intenso colore azzurro. In quest'isola cosmopolita si può facilmente combinare insieme la tranquillità ad una vita intensa mentre la notte si sussegue al giorno.Un piccolo mondo fantastico è l'isola di Paxoi. Un rifugio ricoperto di boschi, l’ideale per trovare un po’ di serenità e di riposo. Un "piccolo - grande" giardino fiorito. Sensazionali scogli bianchi e splendide coste dalle acque trasparenti, piccoli golfi e grotte marine.

 

Gaios, borgo pittoresco, con belle case e piccole stradine. Il vecchio mulino a vento e la fortezza veneziana, la grotta marina di Ypapanti, rappresentano le attrattive dell'isola dalla rara bellezza, prima di passare di fronte, a Parga o nell'isola di Antipaxoi, con le splendide spiagge sabbiose e un piccolo borgo. E’ un'isola vergine, tranquilla, L’ideale per una vacanza serena e riposante.Sul lato orientale di Leucade ci accolgono una ricca vegetazione e coste regolari, mentre a ovest le coste sono scoscese con spiagge immense. Ovunque però un mare azzurrissimo.

 

Un'isola signorile con un sensazionale castello veneziano e il monastero di Faneromeni. Una città tranquilla e pittoresca è Leucade, capoluogo dell' isola, con le sue caratteristiche case multicolori in legno. Paesi costruiti lungo il mare. Percorsi attraverso una vegetazione rigogliosa con molti punti di interesse, come le rovine della città preistorica e le tombe circolari. Pittoreschi villaggi di pescatori sulle ceste ciottolose occidentali dalle acque trasparenti.Cefalonia è la più grande delle isole dello Ionio. Acque dal blu profondo in cui si perdono le verdeggianti rupi scoscese.

 

Paesi pittoreschi e splendide cittadine con case signorili o "umili" ca- solari e, nelle vicinanze, ricordi bizantini e spiagge famose, a ragione la caratterizzano L’isola dei contrasti. Il capoluogo è Argostoli, con le sue famose "katavothres" (canali sotterranei naturali), li dove l'acqua dei mare penetra nel suolo per riapparire nelle "ferite" della terra, nelle voragini delle sue viscere, creando un raro fenomeno geologico.I raggi del sole affondano perpendicolarmente nelle acque limpide dei lago di Melissani (un'abissale grotta lacustre), unica nel suo genere, dove i colori creano immagini magiche. Droggorati, grotta ricca di stalattiti e stalagmiti dalla rara bellezza, e infine il verdissimo Fiscardo, lo splendido borgo tradizionale con il suo bel porticciolo.Un'isola famosa dall'Odissea di Omero è Itaca.

 

Nonostante sia un'isola piccola e montuosa le sue baie incantevoli la rendono un piccolo paradiso terrestre. La costa occidentale dell'isola, scoscesa e quasi nuda, crea un contrasto con la costa verdeggiante della parte orientale, che scende dolcemente verso il mare. Escursioni verso borghi marini tradizionali, dal]' intenso colore ca- ratteristico delle isole lonie, visite al monastero medievale di Taxiarchon (degli Arcangeli), ma anche a grotte magnifiche da scoprire. La verdeggiante Itaca, un posto prediletto, con belle spiagge e paesini tranquilli, l’ideale per una vacanza indimenticabile.L'isola più meridionale dello Ionio, dalla forma quasi triangolare, è l’idilliaca Zante, che incanta il visitatore in un modo speciale, rimanendo impressa nella sua mente. Il suo mare color smeraldo, suoi monti ricoperti di pini e i suoi abitanti ospitali e generosi non si possono dimenticare facilmente.

 

In alto, sopra la città odierna, begli edifici dalla caratteristica architettura di Zante, piazze e il castello veneziano; e ovunque chiese, nella città di san Dionisio, il patrono dell'isola. Piccoli caffè e paesi pittoreschi, tra ulivi e mandorli, dentro o intorno a campi con vigneti e ortaggi. Numerose spiagge sabbiose dalle acque limpide e tranquille. LI, in una di queste, si possono incontrare le tartarughe marine Caretta-Caretta, un pò prima di passare di fronte per conoscere le belle isole Strofadi. Citera, la verdeggiante isola all'estremo sud est del Peloponneso, contornata da spiagge estese e da acque trasparenti, offre un entroterra suggestivo ricco di borghi tradizionali, castelli, monasteri e chiese.