Epiro

A nordovest della Grecia si trova l'Epiro, la regione montuosa per eccellenza, che confina a sudest con la Grecia Centrale (Stereà), a nordest con la Macedonia, a nordovest con l'Albania, mentre a sudovest viene bagnata dal mar Ionio e dal golfo Ambracico.Per via della sua configurazione montuosa e della vicinanza al mare della parte occidentale e meridionale, il clima dell'Epiro nell'entroterra e nelle zone pianeggianti è continentale, mentre lungo le coste, è piuttosto mite.

 

Quest'angolo nordoccidentale della Grecia ospita decine di montagne grandi e piccole tra cui domina la catena rnontuosa ,del Pindo. Le montagne sembrano quasi ,emergere dal mare, dallo sconfinato mar Ionio. Boschi, estensioni dalla vegetazione rigogliosa laguna e paludi, che danno rifugio a migliaia di uccelli. Splendidi lidi e coste indimenticabili bagnate dal sole, immerse nel verde. Qui, nell'Epiro, la vita scorre serena come suoi fiumi Qui la vita si riempie delle voci degli uccelli cantatori e del sussurro ,del fruscio delle foglie. Qui la vita si rianima in qualche paesino pittoresco in qualche, città incantevole.

 

Costruita sulle rive del lago di Pamvotida, Ioannina, la più grande città dell’Epiro, pittoresca e sobria, ha come unico ornamento le sue bellezze naturali, le viuzze pittoresche e gli edifici antichi. Piccoli, paesi come Perama con la famosa grotta, Mouzakeoi, con il museo delle cere, e l'isola nel lago dirimpetto alla città di Ioannina .danno un'immagine completa della zona circostante prima di salire verso Metsovo, lo splendido paesino montano rinomato per le sue opere d'artigianato, i suoi prodotti dell’allevamento.

 

Proseguendo verso nord raggiungiamo la Gola di Vikos. Qui nella straordinaria bellezza di un paesaggio montano, troviamo 46 paesi, i famosi paesi di Zagori (Zagorochoria). In mezzo alla vegetazione ricca di piante varie incontriamo, belle chiese, vecchie case signorili, ponti e borghi tradizionali.Proseguendo verso nord raggiungiamo la Gola di Vikos. Qui nella straordinaria bellezza di un paesaggio montano, troviamo 46 paesi, i famosi paesi di Zagori (Zagorochoria). In mezzo alla vegetazione ricca di piante varie incontriamo, belle chiese, vecchie case signorili, ponti e borghi tradizionali.

 

Proseguendo verso nord raggiungiamo la Gola di Vikos. Qui nella straordinaria bellezza di un paesaggio montano, troviamo 46 paesi, i famosi paesi di Zagori (Zagorochoria). In mezzo alla vegetazione ricca di piante varie incontriamo, belle chiese, vecchie case signorili, ponti e borghi tradizionali.Le sorgenti dei Louros, Zitsa e Arta, la seconda città per grandezza dell'Epiro, nota particolarmente per il suo famoso ponte e i suoi monumenti bizantini che si sono conservati all’interno e fuori della città.

 

All’entrata del golfo Ambracico, ci accoglie Preveza, con il suo porto e le sue bellezze singolari, e più oltre l' antica Nikopoli (I sec. a.C.), Kassopi e Mesopotamos.Una terra fertile e ricca di acque troviamo nella bella e verdeggiante Parga, e infine lgoumenitsa, porto d'uscita dall'Epiro e porto d'accesso nello Ionio e nelle isole Ionie.